CHIODO DI GAROFANO (Eugenia caryophyllus)


Origine: Madagascar

Probabilmente originario dell'Indonesia, è attualmente coltivato in tutto il mondo (specie nelle Filippine ed in Madagascar). Consiste in un albero slanciato dal tronco liscio e grandi foglie lucenti, alto fino a dodici metri; i bottoni fiorali contengono i chiodi di garofano che essiccati rappresentano la nota spezia.

Estrazione affinità olfattive
L'olio essenziale si ottiene per distillazione ad acqua dei 'chiodi'. Si presenta come un liquido giallo chiaro dal profumo dolce speziato, fresco, leggermente pungente. Il Chiodo di garofano viene coltivato da oltre 2000; la tintura e l'infuso ottenuti con i chiodi costituiscono rimedio medicinale antichissimo. I chiodi di garofano oltre che come spezia domestica, sono largamente impiegati in tutto il mondo per alleviare il mal di denti. In Indonesia vengono tradizionalmente fumati col tabacco (sigarette 'Kretak'). Ben si armonizza con gli olii essenziali di: Bergamotto, Lavanda, Pepe nero, Salvia sclarea, Vaniglia ed Ylang ylang.

Proprietà (tradizioni erboristiche popolari)
L'olio essenziale di Chiodo di garofano è indicato nella medicina cinese per curare moltissime affezioni come diarrea, alitosi e bronchite. Presenta proprietà antibiotiche, antisettiche, larvicide e vermifughe. Non deve mai essere adoperato assoluto, trattandosi di un olio irritante. Eccellente pure per combattere acne, medicare ustioni ed ulcerazioni. Insettorepellente valido soprattutto contro le zanzare, trova inoltre impiego nella fabbricazione di dentifrici, inchiostri da stampa e vernici.